Testamento Biologico

BIOTESTAMENTO- Disposizioni Anticipate di Trattamento  (DAT)

Dal 31 Gennaio 2018 è entrata in vigore la legge n. 219 /2017 “Norme in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento” ovvero il cosiddetto Testamento Biologico.

Ogni persona maggiorenne e capace di intendere e volere può attraverso le DAT – Disposizioni Anticipate di Trattamento - esprimere le proprie volontà in materia di trattamenti sanitari, nonché il consenso o il rifiuto rispetto ad accertamenti diagnostici o scelte terapeutiche e a singoli trattamenti sanitari, in previsione di un’eventuale futura incapacità di autodeterminarsi.
Nelle stesse disposizioni anticipate può essere indicata una persona di fiducia (“fiduciario”), che faccia le veci del disponente e lo rappresenti nelle relazioni con il medico e con le strutture sanitarie. L’accettazione della nomina da parte del fiduciario può risultare dalla sottoscrizione della DAT o con atto successivo che verrà allegato alla dichiarazione stessa.
Il fiduciario può rinunciare alla nomina con atto scritto, che è comunicato al disponente. L’incarico del fiduciario può essere revocato dal disponente in qualsiasi momento, con le stesse modalità previste per la nomina e senza obbligo di motivazione. Qualora le DAT non contengano l’indicazione del fiduciario o questi vi abbia rinunciato o sia deceduto o sia divenuto incapace, le DAT mantengono efficacia in merito alle volontà del disponente.
Fermo restando che il cittadino non può esigere trattamenti sanitari contrari a norme di legge, alla deontologia professionale o alle buone pratiche clinico-assistenziali, il medico è tenuto al rispetto delle DAT, che possono essere disattese in tutto o in parte, dal medico stesso, in accordo con il fiduciario, qualora esse appaiono palesemente incongrue o non corrispondenti alla condizione clinica attuale o sussistano terapie non prevedibili all’atto della sottoscrizione delle DAT, capaci di offrire concrete possibilità di miglioramento delle condizioni di vita.

Le DAT devono essere redatte in uno dei seguenti modi:

  • per atto pubblico (atto redatto da notaio)
  • per scrittura privata autenticata;
  • per scrittura privata consegnata PERSONALMENTE dal disponente presso l’Ufficio di Stato Civile del Comune di Vicopisano


Requisiti del Richiedente:
Ogni persona maggiorenne e capace di intendere e di volere, residente nel Comune di Vicopisano

 

Modalità della richiesta:
Le Disposizioni Anticipate di Trattamento DAT possono essere presentate personalmente dal disponente presso l’Ufficio di Stato Civile -  previo appuntamento, con copia dei documenti di identità del disponente e del fiduciario. Con le stesse forme, le DAT sono rinnovabili, modificabili e revocabili in ogni momento.

Costi
Le DAT sono esenti dall’obbligo di registrazione, dall’imposta di bollo, e da qualsiasi altro tributo, imposta, diritto e tassa.

Precisazioni
Come previsto dalla Circolare del Ministero dell’Interno n. 1/2018 l’Ufficiale dello Stato Civile non partecipa alla redazione della disposizione né fornisce informazioni o avvisi in merito al suo contenuto.

Dove rivolgersi e quando
Per informazioni e prenotare l’ appuntamento per la presentazione della DAT occorre contattare l’Ufficio di  Stato Civile del Comune di Vicopisano al numero: 050796524

Normativa di riferimento

  • Legge 22 dicembre 2017 , n.219 “Norme in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento
  • Circolare del Ministero del’Interno n.1/2018
  • Delibera GM n 55/2018 “Istituzione del Registro delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento  (D.A.T.) ai sensi della Legge  22 dicembre 2017 n. 2019